Dove vuoi andare?
Scrivi una città
Seleziona una regione
Seleziona una provincia
Seleziona una tipologia
Cerca strutture

Tremezzo

Tremezzo

Tremezzo (Tremezz in dialetto comasco), è stato sino al gennaio 2014 un comune italiano di 1.288 abitanti; dal 25 maggio 2014 diverrà una località del nuovo comune di Tremezzina che nascerà dalla fusione di Ossuccio, Lenno, Mezzegra e Tremezzo.

Tremezzo, terra di mezzo. Il nome deriva probabilmente dalla posizione geografica centrale rispetto alla costa del Lario, a metà strada tra la Pianura Padana e il valico del Canton Grigioni. E' diviso in diverse frazioni: Portezza, Bolvedro, e Tremezzo a lago. Bolvedro Superiore, Balogno, Susino, Volesio, Viano, Intignano e Rogaro nell'interno.

Tremezzo sorge al centro della sponda occidentale del Lario, provincia di Como, in un'area panoramica di fronte al promontorio di Bellagio. La sua posizione riparata in una baia naturale protetta dalle tempeste e dai venti, con un clima particolarmente mite anche in inverno, ha permesso per secoli la coltivazione degli ulivi e la produzione di un olio locale famoso fin dall'antichità. Fin dal lontano passato sui terrazzamenti a lago si coltivavano la vite e gli agrumi, in particolare i limoni, per i quali necessitava una manodopera numerosa ed attenta che prestava cure costanti ed assidue, possibile in tempi di grandi proprietà redditizie per i coloni e i mezzadri che vi lavoravano.

Assolutamente da vedere sono villa Carlotta Celebre per il grande parco e per la raccolta d'arte che custodisce, fu eretta nel XVIII secolo dal marchese Giorgio Clerici, a cui si riferisce la grande "C" inserita nel cancello a lago. Nel 1796 passa ai Sommariva, quindi nel 1856 alla principessa Marianna Alberta di Prussia che la dona alla figlia, principessa Carlotta di Prussia dalla quale prende il nome. Esternamente caratterizzata da scenografiche scalinate a tenaglia, la villa contiene marmi del Canova, fra cui la famosa "Amore e Psiche", fregi del Tordwalsen, tele di Hayez, affreschi dell'Appiani, arazzi e mobili dei secoli XVIII-XIX. Nella cappella neoclassica (1855) vi sono altorilievi di P. Marchesi. La villa oggi appartiene allo Stato ed è gestita dall'Ente Villa Carlotta. Villa "La Quiete" Situata in frazione Bolvedro, fu fatta erigere dai Duchi Del Carretto, nel XVIII secolo. In essa dimorò, come precettore, l'abate poeta Giuseppe Parini. Di proprietà dei conti Sola Cabiati, è sontuosamente arredata. Villa "La Carlia" Pregevole costruzione della metà del '700, fu disegnata da Antonio De Carli. Chiesa di Santa Maria All'interno si trova la statua della Madonna Nera trasportata, nel 1917 dalla basilica di Einsiedeln, da una famiglia di cattolici svizzeri.