Dove vuoi andare?
Scrivi una città
Seleziona una regione
Seleziona una provincia
Seleziona una tipologia
Cerca strutture

Baveno

Baveno

Baveno sorge nel punto più panoramico del Lago Maggiore, fra le colline degradanti verso la riva e la distesa azzurra delle acque, dinanzi alla radiosa visione delle isole Borromee. Per la sua grazia ridente e per la posizione privilegiata rappresenta un angolo di soave tranquillità. Ricco di ville, di angoli pittoreschi e di giardini che diffondono la fragranza di deliziosi profumi, Baveno offre la comodità di soggiornare in strutture moderne, di tutte le tipologie, allestite con la più scrupolosa cura per il benessere e il piacere della clientela. Nel mese di luglio, dal 1998, Baveno è sede del Festival dedicato al compositore Umberto Giordano che soggiornò lungamente a Villa Fedora, oggi parco pubblico.

Baveno offre molte mete culturali e storiche come:
La chiesa dei SS Gervaso e Protaso, edificata nel XI secolo con pietre di granito di Baveno. Sulla facciata sono incastonate antiche lapide romane. Il campanile romanico è probabilmente datata ad un periodo compreso tra il 1050 e il 1075.
E' a sei piani su pianta quadrata con due piccole monofore al terzo piano con archetto e ghiera in laterizio. E' coronato dalla cella campanaria che taglia la preesistente cornice ad archetti pensili, ora solo in parte visibile.

Il Battistero a pianta ottogonale, di provenienza paleocristiana e rifatto nel periodo rinascimentale.
Villa Branca, La villa si trova sul lungolago di Baveno davanti al porticciolo: venne costruita tra il 1871 e il 1872 da Sir Henfrey che la volle in questo stile a emulazione del gotico inglese e fu chiamata Villa Clara. Alla morte di Sir Henfrey avvenuta intorno al 1890 la villa rimase chiusa fino al 1898 quando venne acquistata da Maria Scala Branca.
Diversi i contributi di Baveno e dei suoi cittadini alla costruzione dell'edificio: i graniti furono forniti dalla Ditta Elia, pittori e disegnatori furono Guzzi e Parea, mentre gli stuccatori, Lucca, Ferragutti e Lanfranconi, furono chiamati da Milano.