Dove vuoi andare?
Scrivi una città
Seleziona una regione
Seleziona una provincia
Seleziona una tipologia
Cerca strutture

Vicenza

Vicenza

Vicenza è una tra le più importanti città del Veneto e del Nord-Est d'Italia, al punto da meritare, nel dicembre 1994, l'inserimento nella prestigiosa "World Heritage List" dell'Unesco, Ente internazionale che ha il compito di salvaguardare i beni riconosciuti di valore universale per la comunità mondiale. Sono innumerevoli le opere architettoniche che, con il trascorrere dei secoli, hanno arricchito la città. 
L'artefice principale dei maggiori monumenti vicentini è, senza dubbio, Andrea Palladio, il grande architetto che ha unito per sempre il suo nome a quello della città.
L'intero Centro Storico di Vicenza porta l'impronta palladiana: a partire da Corso Palladio, la via principale che attraversa il cuore della città, fino alla suggestiva Piazza dei Signori, che vede da un lato la prestigiosa Basilica Palladiana e, dall'altro, la Loggia del Capitaniato, sede del Consiglio Municipale. Da non perdere il Teatro Olimpico, vero gioiello interamente costruito in legno, che ospita ancora oggi spettacoli di danza e di musica classica. Andrea Palladio, ha curato, inoltre, Palazzo Chiericati, sede della Pinacoteca Civica.

La provincia di Vicenza offre la possibilità di effettuare numerosi e interessanti itinerari verso le sue zone turistiche:

i colli Berici, oasi di tranquillità e di tepore mediterraneo, con il glauco e tranquillo Lago di Fimon, richiamo inesauribile per gli studi e le ricerche dei naturalisti di ieri e di oggi;
i "monti castellari" con i loro promontori soleggiati ed ospitali, teatro di sanguinose lotte medioevali fra i disputati castelli che sorgevano in ogni villaggio, da Montebello a Montecchio, da Arzignano a Malo;
l'irriguo e fertile "pieditèsina" con le sue ville fra le risaie e le aperte distese prative verso il Brenta, recèssi di pace campestre degni del più classico paesaggio virgiliano;
gli aperti Altipiani di Tonezza e di Asiago, con le loro leggiadre contrade, lietissimi di sole e di profumi alpestri ma anche misteriosi come le nordiche tradizioni che conservano tra le fitte foreste e i profondi dirupi;
gli spettacolosi scenari delle Valli dell'Astico e del Canale del Brenta-Valsugana, con i loro ridenti fiumi, vie naturali verso la terra trentina, da Arsiero o da Bassano del Grappa.
Il pittoresco "pedemonte" con le ville sui poggi più ameni fioriti di ciliegi e di ulivi; infine Recoaro Terme con le Piccole Dolomiti che completano questo meraviglioso paesaggio vicentino, con le loro cangianti architetture di roccia affacciantisi tra le quinte e gli sfondi di verde e d'azzurro.
Al visitatore la scelta del percorso più cònsono per raggiungere i luoghi di villeggiatura, i musei o i monumenti che lo interessano, deviando qua e là alla scoperta della cucina tradizionale vicentina oggi riproposta in tanti accoglienti ristoranti tipici, con l'augurio più cordiale di un piacevole soggiorno.